Storico progetti

Progetti realizzati
2009-2021

Gli Amici di Federico Zeri sono nati nel 2008, su iniziativa di Alessandra Mottola Molfino, come gruppo spontaneo costituito da collezionisti e antiquari milanesi con l’obiettivo di supportare la Fondazione intitolata al grande studioso. In particolare, il primo progetto a cui si sono dedicati è stato il reperimento di finanziamenti in occasione della mostra dedicata a Zeri nel decennale della scomparsa: Federico Zeri dietro l’immagine. Opere d’arte e fotografia a cura di Anna Ottani Cavina (Bologna, Museo Civico Archeologico, 10 ottobre 2009 – 10 gennaio 2010).

Negli anni il gruppo si è allargato con l’obiettivo di sostenere concretamente l’attività scientifica della Fondazione Federico Zeri come convegni e giornate di studio, pubblicazioni, corsi e seminari.

Ricordiamo alcuni dei progetti di lungo corso a cui hanno contribuito gli Amici di Federico Zeri

Il ciclo di seminari a cadenza annuale Il mestiere del conoscitore.
I seminari, rivolti a giovani studiosi, dottorandi, curatori e conservatori, affrontano il tema della connoisseurship, intesa come esercizio di scrutinio visivo alla base delle discipline storico artistiche e indissociabile dall’azione di conservazione e tutela. Un tema intrinseco all’attività di Zeri, considerato uno dei più geniali conoscitori del Novecento. Tra i seminari ricordiamo quelli dedicati a Roberto Longhi nel 2015, Giorgio Vasari nel 2016, Wilhelm Bode e gli studiosi di scultura rinascimentale nel 2017, Federico Zeri nel 2018.

Un ciclo di Summer School residenziali di storia dell’arte nelle Marche e in Umbria, a cadenza annuale, destinate a giovani laureati e studiosi.
I corsi hanno l’intento di approfondire temi legati alla storia dell’arte umbra e marchigiana, di cui Zeri è stato un assoluto pioniere negli studi, di valorizzare emergenze artistiche presenti nel territorio regionale e di porre l’attenzione ai problemi connessi con la tutela del patrimonio, in collaborazione con enti e istituzioni locali.

Tra Umbria e Marche. Anno 1300
A cura di Andrea De Marchi e Alessandro Delpriori
Trevi, Matelica | 8-14 luglio 2018

Tra Norcia e Camerino. Una terra ferita un patrimonio da salvare
a cura di Andrea De Marchi e Alessandro Delpriori
Spoleto, Norcia, Camerino, Matelica 2-8 luglio 2017

Hanno inoltre contribuito a un impegnativo progetto editoriale. La pubblicazione della monografia Antonio Trentanove e la scultura del Settecento in Romagna di Stefano Tumidei, a cura di Andrea Bacchi e Silvia Massari, edita dalla Fondazione nel 2016.

Progetti realizzati 2009-2021

I progetti 2022-2024

TUTTI I PROGETTI